Vacanze Scolastiche

Vacanze Scolastiche: studiato nuovo piano per rilanciare il turismo in Italia. Da un articolo tratto dal Corriere Romagna leggiamo quanto segue:Vacanze Scolastiche
Due settimane che saranno poi spalmate durante gli altri periodi festivi, come Pasqua e Natale. Questo, in sintesi, il piano strategico, studiato per rilanciare il turismo, che il vicepremier ha spiegato martedì scorso al convegno nazionale di Confindustria, tenutosi a Trieste. Patrizia Rinaldis, presidente albergatori Rimini, boccia l’idea senza mezze misure: «L’anno scorso Rutelli è venuto da noi e ci ha riempiti di elogi, affermando che siamo il cuore pulsante del turismo in Italia, ma così facendo questo cuore si andrà spegnendo lentamente, mentre saranno favorite le destinazioni all’estero o le città d’arte».E le città d’arte sono nel mirino anche di Alessandro Giorgetti, presidente federalberghi dell’Emilia Romagna, che definisce Rutelli: «Un buon ministro dei Beni culturali, ma un po’meno competente negli altri campi, visto che in un Paese dove ci sono 7000 chilometri di costa non è possibile pensare di portare via la gente dalle spiagge. E il malumore – sostiene Giorgetti – serpeggia in tutta la regione». Sulla stessa linea le dichiarazioni di Giorgio Mussoni, presidente cooperativa bagnini di Rimini, che accusa Rutelli «di avere partorito un’idea che nessuno gli ha mai chiesto, figlia di una mentalità romanocentrica che vuole favorire solo alcune mete turistiche».L’assessore regionale al turismo, Guido Pasi, individua invece un altro problema da risolvere e che dovrebbe avere la priorità: «Le ferie dei lavoratori concentrate tutte nel mese di agosto, che vanno diluite lungo tutta l’estate, ma da questo orecchio Rutelli non ci sente – sostiene l’assessore – e si fa promotore di iniziative che porteranno solo a un esodo verso l’estero».Meno pessimista il vicesindaco di Rimini, Maurizio Melucci, che pur non reputando il taglio delle vacanze estive una soluzione buona, ritiene che: «Non bisogna fasciarsi la testa prima di rompersela: la proposta deve passare attraverso la conferenza Stato-Regioni e, comunque, saranno proprio le Regioni ad avere l’ultima parola sui calendari scolastici».Anche l’onorevole Giuseppe Chicchi butta acqua sul fuoco e, oltre a prevedere «un iter molto problematico perché il tutto vada in porto», afferma che: «La Riviera produce già il 25% del fatturato fuori dai mesi estivi. Potrebbe essere una sfida per cercare di allargare l’offerta turistica anche in altri periodi dell’anno».

Che ne pensate??
Rimini risentirà negativamente di questo nuovo programma ideato da Rutelli?Vacanze Scolastiche

Annunci