Il Telegraph riscopre Rimini

Spiaggia, aperitivi ristoranti e locali.

L’inviata Louise Roddon ha visitato Rimini e scritto il proprio reportage il 14 luglio sul Telegraph. «La “vecchia” Rimini, quella che era fatta solo di chilometri e chilometri di spiaggia affollata, è rinata come must per gli italiani più trendy – scrive la Roddon – Nuovi locali e un numero crescente di cocktail bar cool, ristoranti chic e hotel di design hanno reso Rimini la nuova capitale dell’estate e dei party».Telegraph Rimini
La giornalista del Telegraph è rimasta colpita dal centro storico (ha alloggiato all’hotel Duomo), dalle novità in spiaggia, dai locali del porto, di San Giuliano e del Marano. E sul quotidiano inglese inizia con l’elogiare i 150 stabilimenti balneari riminesi, che tra «palestre all’aperto, biblioteche, massaggi reiki e wi-fi sotto l’ombrellone hanno saputo cogliere l’onda dell’innovazione».Citati poi il Coconuts, «una versione in stile italiano del famoso Clevelander di Miami» e il Rockisland, «una vera istituzione riminese».Tra i ristoranti in spiaggia, hanno saputo sedurre l’inviata inglese la Barafonda, «una taverna in spiaggia in cui mangiare sushi con i piedi nella sabbia», e il Basilico, «un’oasi di relax che dà il meglio di sé la sera».E poi via tra i locali per gli aperitivi e i ristoranti in centro: ovviamente il NoMi, il sinuoso design bar dell’hotel Duomo, il Caffé Cavour, da cui «sentire il profumo della Rimini felliniana», e il nuovo Farini (ex Rivadonda), dove gustare pesce nella sua «charming» terrazza all’aperto.La Roddon si è mossa con il BlueLine per raggiungere i locali della costa e scoprire che Misano Monte è «la risposta riminese a Beverly Hills», con i rave del Cocoricò («il posto preferito da Fatboy Slim»), la Villa delle Rose, il Pascià, lo «stylish» Byblos. Ma ci sono anche l’Altromondo Studios, «una delle discoteche più famose d’Europa dagli anni ’70» e il Beach Cafè sulla spiaggia del Marano, «dall’atmosfera marocchina che si riscalda la notte, diventando un movimentato luogo per party in spiaggia, prediletto dai giovani riminesi».Rimini è da scegliere, conclude la giornalista del Telegraph, anche perché non mancano le opportunità per lo shopping. Inaspettatamente né a Riccione, né in centro, né nei centri commerciali o negli outlet sammarinesi. Destinazione San Mauro, «a pochi minuti in auto dal centro di Rimini, un’occasione unica per trovare a prezzi accessibili i grandi nomi della moda italiana, come MaxMara, Pollini, Fuzzi e Paola Frani». (fonte Corriere Romagna)

Annunci